Sentieri e percorsi per tutti gli appassionati

Trekking alla scoperta di sentieri e rifugi

La Valmalenco è ricca di sentieri e rifugi. Ci sono alternative per tutti: le famiglie con piccoli camminatori e per i più esperti che ambiscono a raggiungere traguardi importanti come il rifugio Marco Rosa a 3600 m, punto di partenza per la scalata al Bernina.

Proposte famiglia
Uno dei sentieri più adatti ai bambini parte dalla località ai Barchi, raggiungibile in auto e punto di partenza per chi ha scelto di soggiornare in una delle baite del comprensorio. Dopo una camminata di 30/45 minuti, consente di raggiungere il bellissimo lago Palù.
Ti consigliamo di percorrerlo in una calda serata di giugno. Arriverai in tempo per una gustosa cena al Rifugio Lago Palù. Da provare assolutamente le loro uova con polenta e formaggio! Raggiungerlo è molto semplice, dopo essere saliti all’Alpe Palù con la funivia da Chiesa in Valmalenco una breve camminata di 10 minuti ti condurrà a questo delizioso agriturismo. Prenotazione obbligatoria.
Lasciati i sentieri che portano all’Alpe Palù e proseguendo in auto o a piedi da San Giuseppe, puoi raggiungere il piccolo borgo di Chiareggio, abitato solo in estate. Da qui partono stupende camminate, tra cui quella per il rifugio Gerli Porro. Anche qui potrai gustare i piatti tipici della Valmalenco, dalle tagliatelle con i funghi ai tradizionali pizzoccheri e la torta di noci, specialità della casa.
In alternativa, c’è il sentiero veloce che porta al Rifugio Tartaglioni: qui potrai provare una gustosa merenda a base di frittelle di mele. Sulla strada del rientro consigliamo una cena presso l’Hotel Chiareggio, dove piatti innovativi affiancano quelli della tradizione, a prezzi contenuti.
Prima del rientro, perché non acquistare qualche prodotto locale in ricordo della vacanza trascorsa. Ad esempio, fai tappa alla fattoria Lenatti, un paio di tornarti sopra la località di San Giuseppe, per formaggi, burro, latte e panna di prima qualità. E, prima di lasciare la valle, un’ultima sosta alla bottega alimentare di San Giuseppe per un salamino di cervo o una ciambella di segale.

Proposta active
Sei un appassionato più esperto? Prova il percorso glaciologico sopra le dighe di Campo Moro, dove è possibile lasciare le auto. Da qui si parte per una camminata di 3 o 4 ore a seconda del passo. Al termine, la ricompensa di uno scenario unico: il ghiacciaio del Fellaria dove ammirare blocchi di ghiaccio che si staccano e si tuffano in un lago alpino. Alternative impegnative sono la salita al Sasso Nero (partendo dall’Alpe Palù) per uno sguardo sul Bernina, oppure alla cima Scerscen (3.000 m) partendo dalla località Bracciascia.

METEO

ORARI

 IMPIANTI CHIUSI 
Prossima riapertura per la stagione invernale 2020/21
 

WEBCAM

Altre attività